Questo sito non supporta completamente il tuo browser. Ti consigliamo di utilizzare Edge, Chrome, Safari o Firefox.

Risparmia sul primo ordine con BENVENUTO15

Il tuo ordine ha diritto alla spedizione gratuita! Mancano €39 per avere la spedizione gratuita!
Veterinario che tiene un Cocker Spaniel

Guida ai problemi digestivi più comuni nel cane

Vomito, diarrea, costipazione e malassorbimento sono solo alcuni dei segnali che indicano problemi di digestione. Vediamo come trattarli.

5 Minuti

I disturbi gastrointestinali sono uno dei problemi che si riscontrano maggiormente quando si parla di salute del cane. Essi sono molto vari e possono essere sia di lieve entità e sintomatologia, ma anche molto gravi se non addirittura fatali (in casi specifici). È importante sapere quali sono le cause scatenanti di alcuni sintomi e di alcune condizioni in modo da poterli trattare nel modo corretto e, se possibile, prevenirli. La digestione è, infatti, un processo delicato, ed è molto importante che avvenga nel modo corretto per garantire al tuo peloso salute e benessere.

Quali sono i principali problemi digestivi nel cane?

Per problemi digestivi si intendono una serie di sintomi e condizioni che alterano il normale e corretto processo digestivo del cane. Possono colpire lo stomaco, l’intestino, o tutto l’apparato digerente del cane. Non in tutti i casi è necessario allarmarsi o pensare che ci sia sotto una patologia, ma talvolta può accadere che alcuni sintomi comuni nascondano in realtà una condizione più grave e che alla lunga può compromettere la salute del tuo pet. Vediamo, dunque, quali sono i problemi digestivi più comuni nel cane e come adottare la giusta prevenzione o curarli.

Vomito e rigurgito

Il vomito è uno dei sintomi più comuni quando si parla di problemi di stomaco del cane. Questo può essere causato da diversi fattori, ma quando si presenta puoi star certo che significa che c’è qualcosa che non va nel pancino del tuo peloso. Molto spesso si tratta di assunzione troppo frettolosa del cibo, oppure di porzioni troppo sostanziose che risultano indigeste (specialmente in caso di rigurgito, in cui il cibo non viene in alcun modo digerito). A volte, anche l’assunzione di un alimento non idoneo ai cani può provocarne la comparsa, o addirittura l’ingestione di un corpo estraneo. Finché si tratta di episodi sporadici, nella maggior parte dei casi non hai nulla di cui temere, ma se si presenta in modo frequente e continuativo, potrebbe essere un segnale di qualche patologia latente, dunque, prenota una visita specialistica per eseguire una diagnosi differenziale. Per prevenire la comparsa del vomito, consigliamo di scegliere alimenti sicuri, digeribili e di non far fare attività fisica al cane subito dopo i pasti.

Gastrite

La gastrite è un’infiammazione delle mucose dello stomaco che può provocare bruciore, vomito e cattiva digestione. Anche in questo caso, la cause possono essere diverse: cibi avariati e sostanze velenose sono le più comuni. Spesso, non è facile da individuare ma il rischio è che si cronicizzi. Per prevenirla, è importante controllare ciò che ingoia il tuo cane, specialmente se è piuttosto delicato di stomaco. Addestralo a non prendere il cibo dagli estranei e a non mangiare cose che trova per terra mentre siete in giro.

Diarrea

Assieme al vomito, è uno dei sintomi di un problema digestivo in atto più evidenti, che si manifesta con feci liquide, non formate e frequenti. Anche nel suo caso, le cause possono essere svariate: a partire da un cambio di crocchette non eseguito nel modo corretto, a virus e infezioni batteriologiche, fino a malattie intestinali croniche. In ogni caso, quando si presenta significa che la digestione dei cibi non è avvenuta nel modo corretto poiché i liquidi al loro interno non sono stati assorbiti dall’intestino a causa di un’eccessiva peristalsi intestinale (contrazioni). Per curare la diarrea del cane esistono rimedi naturali e farmacologici, a seconda della causa, ma la priorità dopo questi episodi deve essere ripristinare l’equilibrio della flora batterica intestinale. In questo caso, alcuni integratori ad hoc possono aiutare a far passare il mal di pancia al tuo cane.

Costipazione

La costipazione nel cane è esattamente il sintomo opposto alla diarrea, poiché se ne parla nel caso in cui il cane non riesca ad evacuare in modo regolare e le sue feci appaiano dure e particolarmente secche. Per evitare che questa condizione si verifichi è necessario assicurarsi che il cane assuma un’adeguata quantità di acqua e di fibre. Anche se le verdure e i cereali non dovrebbero essere la fonte nutrizionale principale del cane, le fibre contenute in essi aiutano la regolarità intestinale e a mantenere le feci della giusta consistenza. Per questo le crocchette per cani amusi sono formulate con cereali nobili e ortaggi freschi e, inoltre, sono arricchite con cicoria e lievito di birra, due ingredienti amici del benessere dell’intestino del tuo peloso.

Colite

A differenza della gastrite (che colpisce lo stomaco) la colite è un’infiammazione del colon, ossia l’ultimo tratto intestinale prima del retto, che si manifesta con meteorismo, gonfiore addominale, costipazione e/o diarrea. La sua comparsa può essere dettata da fattori di natura dietetica o infettiva, oppure da un mix di cause fra cui anche lo stress. Ma come curare infiammazione intestinale cane? La cura per questa condizione dipende dalle sue cause, ma soprattutto, è importante stabilire se si tratta di una condizione acuta o cronica prima di procedere con qualsiasi trattamento.

Sindrome dell'intestino irritabile (IBS)

La sindrome dell'intestino irritabile o del colon irritabile è una condizione che dà praticamente tutti gli stessi sintomi della colite, ma viene diagnosticata quando il colon si presenta in maniera normale e senza alterazioni/infiammazioni. Per questo motivo, viene classificato come disturbo disfunzionale di natura prettamente psicologica. Spesso è associata alla Malattia infiammatoria intestinale (IBD), che è in realtà il nome per un gruppo di disturbi del sistema digestivo che portano ad un’infiammazione dei tessuti senza una causa specifica, ma si tratta di una condizione piuttosto rara.

Malassorbimento

Il malassorbimento dei nutrienti è una condizione che avviene in alcuni soggetti particolarmente sensibili o che presentano alterazioni congenite del metabolismo che determinano la mancanza di enzimi pancreatici che causano incapacità (o minore capacità) di digerire e dunque assorbire macronutrienti come proteine, grassi e carboidrati (come ad esempio il lattosio). Si manifesta sempre con gonfiore addominale e diarrea. Spesso può essere accompagnato da anemia, ritenzione e altri problemi digestivi che abbiamo già menzionato.

Malassorbimento, IBS, diarrea e colite possono essere tutte problematiche legate a intolleranze o allergie alimentari o patologie dell'apparato digerente. Parla con il tuo veterinario dei sintomi del tuo cane e valutate insieme un cambio di dieta con un alimento specifico per alleviare i suoi sintomi.

Scopri la linea veterinaria amusi per cani sensibili

Torsione gastrica

La dilatazione-torsione gastrica (GDV) è un gravissimo disturbo che determina l’ostruzione dello svuotamento gastricoe l’aumento della pressione all’interno dello stomaco. Può avere cause di natura genetica, comportamentale o alimentare: porzioni di cibo troppo voluminose, attività fisica intensa prima e dopo i pasti, eccessiva voracità, possono determinare la sua comparsa. Purtroppo, è una condizione che se non presa per tempo, può essere anche fatale. Se ti accorgi che il tuo cane è stato colpito da torsione gastrica, portalo immediatamente dal veterinario.

Come capire se il cane ha problemi digestivi?

Oltre ai segnali più evidenti come vomito, rigurgito, diarrea e stitichezza, in caso di problemi digestivi il cane può mostrare anche altri sintomi più o meno evidenti come ad esempio:

  • Alterazione dell'appetito (come ad esempio inappetenza);
  • Perdita di peso
  • Pelo spento e opaco
  • Alterazioni comportamentali (letargia o irrequietezza).

Attenzione, perché molto spesso i problemi legati alla digestione possono essere scambiati con i sintomi di parassitosi intestinale, intossicazione alimentare o avvelenamento. Se questi disturbi persistono, è sempre buona norma chiamare il tuo veterinario di fiducia e individuare insieme a lui una terapia adeguata per il tuo pet.

Articoli correlati


Solo il meglio per chi ti ama

Siamo l'innovativo brand di petfood e petcare che offre prodotti e servizi su misura per il benessere del tuo peloso. Ogni cane è benvenuto nella nostra famiglia! Il nostro ingrediente segreto? L’amore.

Risparmia il 15% sul tuo primo ordine con il codice BENVENUTO15

Carrello

Il tuo ordine ha diritto alla spedizione gratuita! Ti mancano €39 per avere la spedizione gratuita!
Non ci sono altri prodotti disponibili per l'acquisto

Il tuo carrello è vuoto.