Questo sito non supporta completamente il tuo browser. Ti consigliamo di utilizzare Edge, Chrome, Safari o Firefox.

Risparmia sul tuo primo ordine con il codice BENVENUTO20

cane bianco sdraiato convalescente dopo operazione

Come affrontare la convalescenza dopo la sterilizzazione e la castrazione del cane?

Rischi, vantaggi e durata della convalescenza della sterilizzazione del cane femmina e maschio.

4 Minuti

La sterilizzazione del cane (o più precisamente gonadectomia) è un intervento chirurgico molto comune che viene effettuato sia su cani maschi che sulle femmine per prevenire la riproduzione, ma non solo. Questo intervento, infatti, offre molti vantaggi sia a livello di salute dell’animale che a livello di gestione pratica, ma (come ogni operazione) richiede anche un periodo di convalescenza per permettergli di riprendersi completamente. Oggi capiremo insieme come affrontare la convalescenza dopo la sterilizzazione del cane, sia femmina che maschio.

Perché è importante sterilizzare il cane?

Prima di iniziare subito a parlare della convalescenza post operazione, è necessario aprire una piccola parentesi per capire perché sterilizzare un cane femmina e castrare un cane maschio sia importante. La sterilizzazione del cane è un intervento chirurgico che impedisce al cane di riprodursi ed elimina l'istinto di accoppiamento, ma come abbiamo già accennato, non si limita solo a questo.

Sterilizzare o castrare il cane permette di:

  • Prevenire alcune malattie all’apparato riproduttivo come cancro ai testicoli, ovaie e mammelle;
  • Evitare gravidanze indesiderate (molto più comuni di quanto si creda) o gravidanze isteriche;
  • Diminuire (in alcuni casi) il comportamento aggressivo del cane, specialmente se maschio, ed evitare scontri con altri esemplari. Se però la castrazione viene ritenuta l’unica soluzione ad un comportamento aggressivo, consigliamo prima di rivolgerti ad un veterinario comportamentalista per ricevere il parere di un esperto;
  • Diminuire il vagabondaggio, questo perché un maschio che sente il richiamo di una cagnolina in calore tende a scappare rischiando di mettere a repentaglio la sua stessa vita;
  • Ridurre il fenomeno dell’abbandono, poiché purtroppo molto spesso le cucciolate che non trovano famiglia vengono abbandonate contribuendo ad alimentare il randagismo.

Molto spesso alcuni pet parent si lasciano frenare dall’aspetto psicologico legato all’operazione “umanizzando” il cane. Questo è sbagliato, poiché il cane non è ovviamente una persona e - inoltre - non sterilizzarlo o castrarlo senza mai effettivamente dargli la possibilità di accoppiarsi può essere per lui fonte di stress, disagi e delle altre conseguenze sopra elencate.

La convalescenza dopo la sterilizzazione del cane femmina

Durante la sterilizzazione del cane femmina si interviene per asportare le sole ovaie (ovariectomia) oppure l’ovaie assieme all’utero (ovario-isterectomia). Entrambe le operazioni sono procedure semplici, ma che richiedono comunque l’anestesia totale dell’animale. A seconda del tipo di intervento, la convalescenza dopo la sterilizzazione del cane femmina può durare da pochi giorni fino addirittura ad alcune settimane prima di considerare l’animale nuovamente guarito. Se l’intervento di sterilizzazione del cane femmina è avvenuto tramite laparoscopia, la convalescenza sarà più breve, poiché questa operazione è meno invasiva rispetto al metodo di sterilizzazione tradizionale che prevede incisioni molto più grandi, divaricazione e spostamento degli organi interni e punti di sutura.

In generale, dopo l’intervento è normale che il cane possa sentirsi più stanco del solito (se però appare dolorante e disorientato significa che l’intervento o il pre/post relativi non sono stati eseguiti al meglio). Solitamente, questa condizione sparisce entro 24 - 48 ore, dopodiché il cane riprenderà a camminare e svolgere le sue funzioni fisiologiche normalmente. In questa prima fase è importante evitare che il cane non faccia movimenti che potrebbero aprire i punti di sutura o che si lecchi le ferite. Per evitare ciò, potrebbe essere necessario l’uso del collare elisabettiano. Se la tua cagnolina appare particolarmente letargica o continua ad essere dolorante per più giorni, oppure le sue ferite sanguinano o appaiono infette, rivolgiti al tuo veterinario.

Come gestire le eventuali complicanze post sterilizzazione del cane

Come abbiamo detto, durante la convalescenza il tuo cane può sentirsi stanco, dolorante o apparire irrequieto. Contatta il tuo veterinario se:

  • Il tuo cane appare particolarmente debole, letargico e rifiuta il cibo;
  • Noti segni di infezione o irritazione come pus e arrossamenti sulla ferita o nelle zone circostanti;
  • Noti un aumento della frequenza delle urine o vera e propria incontinenza.

Se il dolore è molto forte, il veterinario potrebbe anche prescrivere dei farmaci antidolorifici per donargli sollievo, oppure degli antibiotici per prevenire le infezioni. Evita in qualsiasi modo di applicare creme, unguenti o altre soluzioni direttamente sulla zona di incisione che non siano prescritte dal veterinario. Per il resto, cerca di tenere tranquillo e al caldo il tuo cane quando è in casa ed limita le interazioni con gli altri cani quando lo porti a fare le prime passeggiate post operazione, in modo tale da evitare di farlo giocare in maniera troppo irruenta.

Le linee guida alimentari durante la convalescenza dei cani sterilizzati

Dal punto di vista alimentare, non ci sono particolari accortezze da adottare nella dieta del tuo cane, a meno che non sia il veterinario a comunicartelo espressamente. L’unica reale raccomandazione riguarda il possibile aumento del peso: l’intervento di gonadectomia potrebbe portare a questa conseguenza nei soggetti predisposti, dunque ti consigliamo di pesare il tuo cane almeno una volta al mese per - eventualmente - ricalibrare la dose di cibo giornaliera.

Per il resto, abbiamo già detto che nei giorni appena successivi all’intervento il suo appetito potrebbe diminuire o essere assente, dunque ti consigliamo di non forzarlo a mangiare, a meno che il suo digiuno si protragga troppo a lungo e sia necessario, a questo punto, un consulto medico. Per stimolare il suo appetito e farlo tornare vitale e scattante in breve tempo, ti consigliamo di scegliere per lui un alimento sano, gustoso e che sia facilmente digeribile. La scelta ideale potrebbero essere le crocchette per cani di amusi, fatte solo con ingredienti naturali e tanta carne fresca per renderle saporite ed invitanti. Vedrai, il tuo pet non saprà resistergli! Oltre alla scelta del cibo, ricordati di lasciare sempre a disposizione dell’acqua fresca.

La convalescenza dopo la sterilizzazione del cane richiede tempo, pazienza e cura. Monitora il tuo cane per accorgerti in tempo di eventuali anomalie o complicanze e per ogni problema contatta il tuo veterinario di fiducia.


Solo il meglio per chi ti ama

Siamo l'innovativo brand di petfood e petcare che offre prodotti e servizi su misura per il benessere del tuo peloso. Ogni cane è benvenuto nella nostra famiglia! Il nostro ingrediente segreto? L’amore.

Risparmia il 20% sul tuo primo ordine con il codice BENVENUTO20 al pagamento

Carrello

Congratulazioni! Il tuo ordine ha diritto alla spedizione gratuita Ti mancano €39 per avere la spedizione gratuita!
Non ci sono altri prodotti disponibili per l'acquisto

Il tuo carrello è vuoto.