cane che aspetta i croccantini
Homepage / Magazine / Corretta alimentazione del cane: i segreti per la sua longevità

Corretta alimentazione del cane: i segreti per la sua longevità

L'alimentazione è alla base del benessere del proprio cane ma, tra croccantini e umido, industriale e casalinga, qual è il giusto approccio?

maria cavallo autrice di amusi magazine
Pubblicato da Maria Cavallo, il 29/7/2021
4 minuti
In questo articolo:

È vero che l'alimentazione è alla base del benessere del proprio cane ma, tra croccantini e cibo umido, tra quantità corrette da dare e quelle che invece sono le richieste del proprio cucciolo, qual è il giusto approccio?

Partiamo dal presupposto che non tutti i cani sono uguali e che non esiste una risposta univoca ai mille dubbi che assalgono il padrone sulla corretta alimentazione da proporre al proprio quattro zampe. Ci sono però delle linee guida a cui affidarsi e tanto buon senso.

Innanzitutto, è fondamentale abbracciare l'idea che taglia, età e stile di vita sono i capisaldi da cui partire per tracciare il profilo nutrizionale del cane. Saltando le ovvietà per cui un cane di taglia piccola mangerà meno e in modo diverso rispetto a un cane di taglia grande; che un cane di indole pigra e con uno stile di vita sedentario avrà bisogno di un apporto calorico minore di uno che non sta fermo un secondo o che fa sport, veniamo al dunque.

Alimentazione industriale o casalinga?

Questa è la prima grande domanda. L'alimentazione industriale è la scelta più comoda in termini di praticità: è facilmente reperibile, è studiata per essere bilanciata circa gli aspetti che dicevamo sopra ed è facile da conservare.

cane mentre prende dei croccantini
Una dieta bilanciata e gustosa è possibile, seguendo i nostri consigli

Ma come decidere tra le tante proposte presenti sul mercato? La lettura dell'etichetta sugli alimenti, come per noi umani, è fondamentale. Gli ingredienti che compongono l'alimento sono scritti in ordine di quantità: ad esempio se sull'etichetta è riportata per prima la fonte proteica (carne, pesce, ecc.) vuol dire che è presente in maggiore quantità rispetto ad altri ingredienti come cereali, frutta o verdura.

Sebbene il cane discenda dal lupo (carnivoro) nel corso degli anni si è esaminato come una dieta più equilibrata (e quindi onnivora) sia la scelta migliore per il suo benessere. Evitando scelte di indole prettamente modaiola che al nostro cane non riguardano, il presupposto da cui partire per scegliere il giusto alimento è che la dieta del nostro cane deve contenere almeno un 20% di proteine, una moderata quantità di carboidrati che sono energia subito spendibile, senza dimenticare una percentuale di grassi, sali minerali e vitamine.

Alimentazione casalinga

Sei tra quelli per cui “cucinare è un gesto d’amore”? Riusciamo quasi a vederti tra i fornelli della tua cucina, dopo aver fatto un giro dal tuo macellaio di fiducia, dal fruttivendolo e al supermercato per preparare la pappa per il tuo cucciolo peloso.

cane con pollo arrosto
Sì all'alimentazione casalinga ma con i consigli del veterinario

C'è, però, solo un modo per proporre una alimentazione casalinga senza commettere errori che possano ledere il benessere del cane ed è seguendo in maniera scrupolosa le indicazioni di un veterinario nutrizionista. É sicuramente la scelta più complicata e dispendiosa.

Alimento secco o umido

Nella quasi totalità dei casi, l'umido è più appetitoso per il cane ma, contenendo più acqua, ne occorre una maggiore quantità. Per questo una alimentazione umida risulta più costosa.

Il cibo secco invece è più pratico, anche in termini di conservazione una volta aperta la confezione, nonché una volta versata la razione nella ciotola; in più, svolgendo un'azione meccanica durante la masticazione, aiuta a tenere i denti più puliti.

Le ultime tendenze per l’alimentazione del cane

Sì, per fortuna, possiamo dire ufficialmente archiviato il trend del passato per cui “al cane do gli avanzi”, come pasta asciutta, pezzi di arrosto o, peggio, ossa di pollo (che ricordiamo essere davvero pericolose). Ormai, l’alimentazione dei nostri membri della famiglia a quattro zampe è sempre più attenta e meticolosa. Per esempio, una tendenza che sta sempre più prendendo piede nelle ciotole dei pet italiani è la dieta BARF o dieta crudista. Poi ci sono le “tendenze” dei padroni, applicate ai quattro zampe: ad esempio la dieta vegetariana, che ci sentiamo caldamente, di sconsigliare.

Cibi da evitare

É fondamentale, per il benessere del cane, tenere bene a mente tutta una serie di alimenti presenti nella nostra alimentazione che sono dannosi per i quattro zampe. Ad esempio, cacao e cioccolato che, contenendo teobromina, possono risultare tossici per il nostro migliore amico peloso. Ma anche cibi insospettabili come l’uva, la cipolla o i pomodori acerbi. Se sei appassionato di “avocado toast”, fai in modo che il tuo cane non lo sappia perché l’avocado contiene un principio tossico che si chiama persin. Magari, per non correre rischi inutili, approfondiremo l’argomento in un

. Modulare la dieta in modo equilibrato e corretto per il proprio cane è il vero segreto di longevità e benessere, evitando problemi digestivi, dermatiti o obesità.

E tu, che alimentazione hai scelto per il tuo cane?

Logo Amusi
PETTECH S.R.L. - Via Borromei, 6 20123 Milano - P.IVA 11702840965 - supporto@amusi.ittel: 02 9475 2163