Questo sito non supporta completamente il tuo browser. Ti consigliamo di utilizzare Edge, Chrome, Safari o Firefox.

Risparmia sul primo ordine con BENVENUTO15

Il tuo ordine ha diritto alla spedizione gratuita! Mancano €39 per avere la spedizione gratuita!

Novità: croccantini per gatti!

cane guida golden retriever passeggia con il suo padrone cieco

Cani guida: le razze migliori per questo ruolo

Quali caratteristiche deve avere un cane guida? Quale addestramento deve seguire? Ecco le risposte a queste e altre domande.

3 Minuti

Che il cane sia il migliore amico dell’uomo non è solo un modo di dire e i cani guida ce lo dimostrano ogni giorno. La loro presenza è fondamentale per alcune persone cieche o ipovedenti poiché il legame che si crea tra cane e padrone diventa insostituibile e fonte di indipendenza, sicurezza e - ovviamente - compagnia. In questo articolo scopriremo quali sono le razze più adatte a questo ruolo, qual è l’addestramento richiesto e come si ottiene l’assistenza di un cane guida.

Cosa fanno i cani guida?

I cani guida sono esemplari appositamente addestrati per assistere le persone cieche o con problemi di vista. Il loro compito è occuparsi dell’incolumità del loro padrone, aiutandolo ad orientarsi ed evitare ostacoli e pericoli. In particolare devono saper condurre il proprietario verso gli attraversamenti pedonali, porte, scale e ascensori o verso le entrate dei mezzi pubblici, ad esempio. Chiaramente, il loro supporto non è solo pratico ma anche (e soprattutto) emotivo perché forniscono senso di sicurezza e fiducia.

Quali sono le razze di cani più adatte a diventare cani guida?

A differenza di quanto si possa pensare, non tutte le razze sono adatte a svolgere il ruolo di cane guida. Quelle più adatte e utilizzate sono:

  • Pastore Tedesco (anche se quest’ultima razza è stata quasi del tutto sostituita con le prime due, più amichevoli e affettuose)

Queste razze hanno in comune caratteristiche ben precise, sia a livello caratteriale che fisico, quali: intelligenza, addestrabilità ed empatia. Inoltre sono cani robusti, di taglia medio - grande, in forma e con una buona resistenza. Ultima aspetto, ma non per importanza: un cane guida deve godere di ottima salute e non deve necessitare di grossa manutenzione poiché deve essere un aiuto per il proprietario e non un’ulteriore preoccupazione.

Qual è l'addestramento di un cane guida?

Per formare un cane guida esistono delle vere e proprie scuole di addestramento specializzate che seguono il cane sin da cucciolo fino al momento dell’adozione. In generale, un cane guida si può considerare pronto dopo 2 anni di addestramento durante i quali imparerà a socializzare sia con le persone che con gli altri cani, a rispondere perfettamente ai comandi, ma soprattutto a segnalare, evitare e orientarsi fra i vari ostacoli. Ogni parte della formazione è necessaria e di uguale importanza. Al termine dell’addestramento ogni cane guida ottiene un certificato di idoneità e viene poi consegnato ad una persona ipovedente o cieca.

Come si ottiene un cane guida?

Il percorso per ottenere un cane guida è piuttosto articolato poiché comprende varie fasi che si inseriscono fra la prima richiesta fino all’adozione vera e propria.

  1. Il primo passo è ottenere il certificato medico che attesti la condizione di cecità del richiedente.
  1. Il secondo passo è presentare la richiesta di accompagnamento ad uno dei centri di addestramento per cani guida nella propria regione di residenza. In questo momento viene richiesta la compilazione di un modulo in cui devono essere dichiarati: dati personali e informazioni sulla disabilità visiva del richiedente, sulla sua situazione abitativa (è necessario che il cane abbia il suo spazio in casa) e sul suo stile di vita.
  1. Se la domanda viene approvata, si passa ad un periodo di prova in cui la persona richiedente entrerà in contatto con il cane guida ritenuto più adatto a lui, il tutto con l’aiuto di un addestratore che aiuterà la coppia a socializzare e ad instaurare un legame fino al momento in cui non sarà pronta per l’adozione vera e propria.

Sebbene sia un iter fatto di attese e di continue prove, è indubbio che un cane guida migliori nettamente la qualità della vita di una persona con disabilità e in alcuni casi sia davvero essenziale per fargli ritrovare indipendenza e fiducia. L’adozione è solo il primo passo verso una vita più soddisfacente e l’inizio di un legame indissolubile e unico.

Articoli correlati


Solo il meglio per chi ti ama

Siamo l'innovativo brand di petfood e petcare che offre prodotti e servizi su misura per il benessere del tuo peloso. Ogni cane è benvenuto nella nostra famiglia! Il nostro ingrediente segreto? L’amore.

Risparmia il 15% sul tuo primo ordine con il codice BENVENUTO15

Carrello

Il tuo ordine ha diritto alla spedizione gratuita! Ti mancano €39 per avere la spedizione gratuita!
Non ci sono altri prodotti disponibili per l'acquisto

Il tuo carrello è vuoto.