Spedizione gratuita sugli ordini superiori a 35€
border collie avvolto in una coperta sul divano

Come riconoscere e curare il raffreddore nel cane

Tutto quello che devi sapere nel caso in cui il tuo cane presenti sintomi da raffreddamento.

greta autrice di amusi magazine
Pubblicato da Greta Tesini, il 03/01/2023
4 minuti
Cura & Salute

In questo articolo:
Homepage / Magazine / Cura & Salute / Come riconoscere e curare il raffreddore nel cane

Etciù! Si è sentito uno starnuto ma la colpa non è la tua? I malanni stagionali sono sempre dietro l’angolo, ma potresti non esserne l’unica vittima. Devi sapere, infatti, che anche i cani possono avere il raffreddore. Ma cosa puoi fare se il tuo cane starnutisce in continuazione? Esistono sicuramente dei rimedi semplici per assisterlo e farlo riprendere in breve tempo. Scopriamo insieme quali sono!

Come capire quando il cane ha il raffreddore?

I sintomi del raffreddore nel cane sono simili (se non identici) a quelli che proviamo anche noi umani. Riconoscere questo malanno stagionale è molto semplice perché i suoi segnali principali “si fanno sentire” in senso letterale vero e proprio!

  • Starnuti: sono la naturale risposta dell’organismo per contrastare e difendersi dall’ingresso di sostanze patogene come virus e batteri.
  • Naso colante: durante il raffreddore la produzione di muco si intensifica e quest’ultimo assume anche un colore più torbido.
  • Occhi che lacrimano: assieme allo scolo nasale, anche gli scoli oculari possono subire variazioni e intensificazioni, e sono accompagnati da un aspetto degli occhi gonfio e arrossato.
  • Tosse con catarro: anche in questo caso, quando la produzione di muco diviene abbondante e il virus raggiunge i polmoni, l’organismo cerca di espellere le sostanze estranee attraverso la tosse.
  • Letargia e inappetenza: quando il cane non è in grado di sentire gli odori in modo ottimale (il raffreddore tappa le vie nasali), può sentirsi disorientato e meno stimolato all’azione. Inoltre, devi ricordarti che in questo momento le sue difese immunitarie sono più basse e potrebbe sentirsi facilmente affaticato e dolorante.
  • Febbre: può capitare che fra i sintomi da raffreddamento incorra anche la febbre. In questo articolo ti spieghiamo Come riconoscere i sintomi della febbre nel cane.

Quanto può durare il raffreddore del cane?

Solitamente, i sintomi del raffreddore appaiono e scompaiono spontaneamente nell’arco di 5 - 7 giorni. In caso di raffreddore forte, ossia quando i sintomi diventano più persistenti e non accennano ad attenuarsi, è utile rivolgersi al veterinario per una visita specialistica che indaghi meglio sulle cause del malanno. Infatti, sebbene le congestioni alle vie respiratorie siano disagi comuni e banali nella maggior parte dei casi, è importante non trascurarle per evitare che insorgano sintomi e malattie più gravi, come ad esempio bronchite e tracheite.

Cosa dare al cane in caso di raffreddore?

Come abbiamo già detto, molto spesso i sintomi del raffreddore se ne vanno proprio come sono arrivati: da soli. Farmaci e altre cure mediche vanno somministrate solo e soltanto sotto l’indicazione del veterinario, ma soprattutto, è assolutamente vietato il dosaggio di farmaci ad uso umano. Per accelerare il processo di guarigione e ripresa, però, puoi adottare qualche accorgimento nei confronti del tuo pelosetto. Ad esempio, evita di farlo uscire durante le ore più fredde del giorno e in generale i forti sbalzi di temperatura (quando possibile). In casa, cerca di tenere la sua cuccia in un punto della casa che sia caldo e riparato da spifferi e correnti. Per quanto riguarda l’alimentazione, è fondamentale che il cane resti idratato, perché ciò contribuisce anche alla fluidificazione del muco. Se non mostra appetito e si rifiuta di mangiare, non cercare di forzarlo. In tuo soccorso, però, potrebbero arrivare le crocchette per cani di amusi per aiutarti a fargli tornare la fame come prima. Naturalmente gustose e profumate, sono fatte con carne fresca ed essiccata di prima qualità e non hanno bisogno di alcuna aggiunta per essere letteralmente divorate!

Scopri la linea completa delle crocchette monoproteiche amusi

9 clienti su 10 le consigliano!

sacco crocchette amusi agnello con patate e zucca cucciolo
Sconto primo acquisto
28.90
19.90
sacco crocchette amusi al maiale per cuccioli
Sconto primo acquisto
28.90
19.90
sacco crocchette amusi con agnello patate e zucca adulto
Sconto primo acquisto
27.90
18.90
sacco crocchette amusi aringa fresca Riso integrale Zucca adulto
Sconto primo acquisto
26.90
17.90
sacco crocchette amusi con pollo riso integrale zucca cucciolo
Sconto primo acquisto
25.90
16.90
sacco crocchette amusi aringa fresca riso integrale e zucca cucciolo
Sconto primo acquisto
27.90
18.90
sacco crocchette amusi con maiale patate e zucca adulto
Sconto primo acquisto
27.90
18.90
sacco crocchette amusi pollo con riso integrale e zucca per adulto
Sconto primo acquisto
24.90
15.90
sacco crocchette amusi aringa ipoallergenica taglia media - grande
Sconto primo acquisto
33.90
24.90

Come prevenire il raffreddore nel cane?

Purtroppo, i nostri piccoli amici non sono esenti dalla possibilità di contrarre virus e malanni stagionali. Nei momenti dell’anno che coincidono con i cambi di stagione e l’arrivo dell’inverno, le difese immunitarie dell’organismo sono più fragili e questo spesso si traduce in raffreddore. Ciò che puoi fare è, appunto, cercare di evitare di esporre il tuo cane agli sbalzi di temperatura e proteggerlo dal freddo (soprattutto se il tuo è un cane di razza sprovvisto di sottopelo). Sì a cappottini e impermeabili antipioggia, ma soprattutto cerca di tenere sempre asciutto il pelo (o eventualmente di asciugarlo prima di rientrare in casa). Se vuoi lavare il cane in casa, ti consigliamo l’uso di uno shampoo a secco, molto più pratico e veloce da utilizzare e anche sicuro per il tuo pet.

Se ho il raffreddore posso passarlo al mio cane?

Come saprai, tra umani i virus e i malanni si trasmettono da persona a persona. Ma nel caso in cui tu sia malato proprio in questo preciso momento, c’è una notizia che ti risolleverà il morale! Gli agenti patogeni che causano il “nostro” raffreddore non sono gli stessi che lo provocano anche nei cani. In poche parole, puoi abbracciare e coccolare il tuo pet senza pericoli e senza sentirti in colpa. Ovviamente, ciò vale anche viceversa: se il tuo cane è raffreddato non può in alcun modo contagiarti.In ogni caso, il contagio fra specie è sempre attivo, perciò se il tuo cane ha il raffreddore cerca di farlo socializzare il meno possibile con altri esemplari in modo tale da proteggerli. Se convivi con più cani, mantieni la casa e i loro oggetti (specialmente le ciotole) il più possibile puliti e igienizzati.

donna sdraiata sul letto si soffia il naso affianco al suo cane
Non temere di fare le coccole a Fido se stai male! Lui è al riparo dai tuoi germi

L’aria condizionata può causare il raffreddore al cane?

Se, come abbiamo spiegato, la causa principale del raffreddore nel cane sono gli sbalzi di temperatura, è chiaro che un uso scorretto dell’aria condizionata possa influire sulla comparsa di sintomi da raffreddamento. Come regola generale, ti consigliamo di non raffreddare l’ambiente al di sotto di 8 - 10° di differenza con la temperatura esterna. Inoltre, è noto che uno degli effetti dell’aria condizionata sia anche diminuire l’umidità dell’ambiente con la conseguenza di seccare le vie respiratorie. Ciò potrebbe sfasare il meccanismo di termoregolazione del cane (che, come spieghiamo nell’articolo Cause e rimedi per il naso secco del cane, è affidata al naso) e portare sempre alla conseguenza di sintomi da raffreddamento.

cane e ciotola croccantini amusi

Articoli correlati
corgi con febbre
Pubblicato da Greta Tesini, il 20/09/2022
Cura & Salute
Scopri come riconoscere i sintomi, misurare la febbre al tuo peloso e comportarti per farlo sentire meglio.
4 minuti
focus sul naso del cane con un cuoricino rosso
Pubblicato da Greta Tesini, il 26/04/2022
Aggiornato il 08/07/2022
Cura & Salute
Scopri i prodotti per contrastare la secchezza del tuo tartufino preferito.
3 minuti
cane non mangia i croccantini
Pubblicato da Greta Tesini, il 24/12/2021
Con la collaborazione di Costanza Delsante
Aggiornato il 07/11/2022
Nutrizione
Perché il cane non mangia? Ecco tutti i consigli e le soluzioni per sapere cosa fare se il tuo cane rifiuta il cibo.
6 minuti

Vorresti leggere contenuti come questi direttamente dalla tua inbox?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere novità, curiosità e consigli sul mondo dei nostri amici quattrozampe!

Email:
Il tuo nome:
es. Polpetta:
Cliccando su Conferma dichiari di aver letto l'informativa privacy e acconsenti al trattamento dei tuoi dati.

Qual è l'alimentazione ideale per il tuo cane?

compila il questionario

Compila il nostro questionario e scoprilo subito in pochissimi click.

FAI IL TEST