cane a casa che attende il padrone
Homepage / Magazine / Come abituare il cane a stare da solo: 6 consigli pratici

Come abituare il cane a stare da solo: 6 consigli pratici

Non vorremmo separarci mai ma, nella quotidianità, è importante saperlo fare: scopriamo insieme come abituare il cane a restare da solo.

maria cavallo autrice di amusi magazine
Pubblicato da Maria Cavallo, il 6/9/2021
3 minuti
In questo articolo:

Ogni mattina la stessa storia: tu che devi andare a lavoro e lasciare il tuo cane a casa, lui che capisce tutto già da quando ti vede prendere i vestiti e pensa a come fartela pagare. Tu che vai fuori a cena senza il tuo cane e, quando chiudi la porta, con i sensi di colpa che ti attanagliano, pensi già a quale marachella avrai al tuo ritorno.

Ma l’ansia da separazione nel cane, che può sfociare anche in comportamenti distruttivi, è qualcosa che si può risolvere e, anzi, prima si affronta il problema e più sarà semplice risolverlo.

Abitualo fin da quando è cucciolo

Eh sì, quanto è difficile staccarsi da loro, soprattutto quando sono così piccoli, indifesi e coccoloni. Eppure iniziare ad abituarlo a trascorrere qualche ora senza di te quando è piccolino è la cosa migliore che puoi fare (sia per te, che per lui). Da piccini apprendono tutto più facilmente: inizia in maniera graduale, non fargli sentire il dispiacere che hai quando lo lasci solo a casa, ma poni adesso le basi per la vostra serenità.

Prima di lasciarlo solo, fallo divertire

Quando sai che dovrai lasciarlo solo a casa per qualche ora, fai in modo che sia già stanco e soddisfatto delle attività (fisiche e mentali) svolte insieme. Un bella passeggiata, un po’ di tempo con i giochi di attivazione mentale, qualche lancio alla sua pallina preferita. Quando non ci sarai, il tuo cane ne approfitterà volentieri per schiacciare un sonnellino.

cane che gioca con frisbee
Cosa c'è di più bello che giocare all'aperto con il frisbee?

Assicurati che abbia cibo e giochi a sufficienza

Fai in modo che il suo momento pappa sia poco prima che vai via: lo stomaco pieno concilia il sonno. Lascialo in compagnia dei suoi giochi preferiti: ecco, magari non la pallina che gli lanci di solito ma, ci sono tanti giochi studiati per intrattenerlo quando è da solo (per esempio la pallina che all’interno contiene i premietti o i giochi d’attivazione mentale).

Lasciagli la compagnia della Tv o della musica

Non è folle, anzi. Quando vai via, lascia la tv (o un po’ di musica) al tuo cane, si sentirà meno solo. È un trucchetto semplice ma che aiuta a combattere il silenzio che rimane andando via da casa. Cerca di scoprire quali programmi o generi musicali rendono più sereno il tuo cane: alcuni riescono a trovare serenità con i programmi di dibattito che simulano per il cane una vera e propria compagnia, altri invece si rilassano solo con musica strumentale. C’è anche un canale sul digitale terrestre (Dog Tv) che trasmette programmi pensati apposta per i quadrupedi. Insomma, individuato il genere, sono certa che sarà un piccola coccola di serenità.

Quando resta solo lasciagli uno spazio limitato

Dedicargli una stanza e limita il suo spazio: sì, lo so che starai pensando di fargli un torto ma, in realtà gli stai dando serenità (e se vogliamo stai anche limitando l’area in cui può far danni in tua assenza). Avere uno spazio limitato, non dover “vegliare” su tutta la casa quando non ci sei, lo renderà più tranquillo e lo aiuterà a rilassarsi. Ovviamente non deve in alcun modo vivere la stanza come una reclusione o come un luogo di punizione: abitualo ad andarci con premi, rendi quella stanza il suo posto preferito.

Fai con calma e crea una routine

Per poter lasciare il tuo cane a casa da solo è, quindi, fondamentale avere una buona strategia e una buona routine. Svegliati in anticipo così da poter fare tutti i passaggi con calma (ricorda che il tuo cane è una spugna di sensazioni, se sei in ansia e di corsa, gli trasmetterai stress e difficilmente ti lascerà andar via sereno). Trasmettergli tranquillità anche creando una routine: gli stessi gesti, il premiarlo quando ritorni, gli trasmetteranno sicurezza.

Yorkshire terrier alla finestra
Un batuffolo di dolcezza e tenerezza ti aspetterà al tuo ritorno

Errori da non commettere

Ci sono poi delle ulteriori, piccole, accortezze di cui devi tenere conto. Se è in arrivo un temporale, prova a non lasciarlo solo: i tuoni potrebbero spaventarlo. Se proprio devi, chiudi le persiane, scegli una stanza più riparata e magari lascia leggermente più alto il volume della tv. Quando lo lasci a casa da solo, fai in modo che non ci siano porte o finestre che sbattono: potrebbe spaventarsi o anche farsi male. Ricorda anche che i cuccioli più piccoli di 4 mesi non andrebbero mai lasciati soli. Ultima accortezza che sento di suggerirti, anche se so che è la più difficile da applicare nel quotidiano: non salutarlo troppo né quando lo lasci né quando rientri. Il saluto quando stai andando via potrebbe generargli ansia, e un saluto troppo festoso quando rientri potrebbe lasciargli intendere che è stato qualcosa di “grave” e che forse non si ripeterà più, invece è la normalità.

Il tuo cane è sereno anche quando lo lasci da solo a casa?

Logo Amusi
PETTECH S.R.L. - Via Borromei, 6 20123 Milano - P.IVA 11702840965 - supporto@amusi.ittel: 02 9475 2163